mercoledì 15 febbraio 2017

Solo un punto nel recupero casalingo ...

Savona - Ghivizzano 1-1 
Reti: 8' Giordani; 92' Fenati

97' L’arbitro fischia la fine della partita. Il Savona ha praticamente giocato costantemente nella metà campo degli avversari, che si sono difesi con tutti i giocatori, ma non riesce a vincere la partita. Il gioco è stato talvolta confuso, anche per l’impegno degli avversari, che hanno cercato di rompere i ritmi e si sono arroccati in difesa. I sette minuti di recupero sono dovuti al fatto che gli avversari hanno cercato di perdere il più tempo possibile. Nonostante il pareggio, che può essere anche visto quasi come una sconfitta, il Savona recupera tuttavia un punto alle squadre di testa e si porta in terza posizione a -6 dal Gavorrano, a -3 dalla Massese e a pari punti con la Lavagnese a quota 41. E domenica arriva la derelitta Fezzanese, tra i biancoblu non giocheranno Glarey, Ferrando e Fenati perché squalificati. Bisogna vincere, altri risultati non sono possibili, se si vuole continuare a tenere il contatto con il gruppetto di testa e giocarsela poi negli scontri diretti..

96' Ferrando viene espulso.
95' Tiro dalla bandierina del Savona senza esito.
94' Assedio del Savona, tiro fuori di Murano.
93' Giordani viene espulso. Ghivizzano in 9.
92' Goal di Fenati che pareggia e porta gli striscioni sull‘1-1.
90' Tiro fuori di Scienza.
89' Tiro fuori di Scienza.
88' Sostituzione nel SavonaFbc. Entra Scienza, esce Glarey.
88' Sostituzione nel Ghivizzano. Entra Leccetti, esce Russo.
84' Il Ghivizzano perde tempo ripetutamente e, come per regolamento, l’arbitro ammonisce il capitano Mei, che però era già stato ammonito e che quindi viene espulso per somma di ammonizioni.
83' Ruggiero effettua un tiro in porta che viene parato dal portiere.
81' Intervento falloso di Boggian su Benga.
80' Fallo di Mariotti su Giordani e subito dopo di Mascolo su Ferrando.
78' Il Savona guadagna un calcio d'angolo alla destra del portiere.
77' Tiro di Monticone che viene ribattuto da un giocatore del Ghivizzano.
77' Gioco falloso di Giordani su Ruggiero.
76' Lumbombo effettua un tiro in porta che viene parato dal portiere avversario.
75' Ferrando si procura un calcio di punizione.
73' Tiro fuori di Fenati.
73' L'arbitro giudica irregolare l'intervento di Catanese su Glarey.
72' Bertolucci viene ammonito.
72' Fallo di Bertolucci su Murano.
71' Boggian finisce in fuorigioco.
70' Sostituzione nel Savona. Entra Ruggiero, esce Pasqualini.
69' Gioco falloso di Boggian su Mei.
68' Sostituzione nel Ghivizzano. Entra Lelli, esce Barretta.
64' Fallo di Giordani su Mariotti.
63' Tiro fuori di Monticone.
59' Sostituzione nel Savona. Entra Boggian, esce Nappello
56' Lumbombo si procura un calcio di punizione.
55' Mariotti atterra un avversario. L'arbitro fischia una punizione in favore degli avversari.
53' Tiro fuori di Fenati.
51' Murano effettua un tiro in porta che viene parato dal portiere avversario.
49' Bordo si procura un calcio di punizione.
Inizia il secondo tempo.


Dopo 2' di recupero, finisce il primo tempo. Il Savona ha un costante dominio del campo ma non riesce a sfondare. Due i legni colpiti nell’arco die primi 45‘.
45' Tiro fuori di Lumbombo.
44' Tiro fuori di Gambadori.
43' L'arbitro giudica irregolare l'intervento di Ferrando su Catanese.
41' Tiro in porta di Ferrando che colpisce il legno.
40' Il Savona batte un calcio d'angolo alla destra del portiere senza esito.
Tra il 33' e il 37' il gioco diventa duro e vengono commessi diversi falli , da Pasqualini su Kouadio, da Catanese su Nappello, da Ferrando su Barretta, da Giordani su Glarey e da Mei su Glarey.
32' Tiro fuori di Catanese.
31' Fallo di Ferrando su Mascolo.
31' Murano finisce in fuorigioco.
30' Intervento falloso di Russo ai danni di Bordo.
29' L'arbitro giudica irregolare l'intervento di Fenati su Catanese.
28' Tiro di Lumbombo che colpisce la traversa.
26' SavonaFbc guadagna un calcio d'angolo alla destra del portiere.
25' Pasqualini finisce in fuorigioco.
24' Mei viene ammonito.
24' Fenati viene ammonito.
23' Benga viene ammonito.
23' Nappello si procura un calcio di punizione.
20' Intervento falloso di Mascolo su Monticone.
18' Fallo di Glarey su Catanese.
13' Nappello si procura un calcio di punizione.
12' Ghivizzano guadagna un calcio d'angolo alla sinistra del portiere.
10' Goal di Giordani che porta in vantaggio il Ghivizzano. Un’indecisione della difesa e del portiere costa lo svantaggio per gli striscioni.
8' Fallo di Giordani su Mariotti.
8' L'arbitro giudica irregolare l'intervento di Murano su Mei.
6' Tiro fuori di Fenati.
4' Murano finisce in fuorigioco.
3' L'arbitro giudica irregolare l'intervento di Mascolo su Mariotti.


domenica 12 febbraio 2017

Grosseto - Savona 0-1

Importante successo degli striscioni oggi in quel di Grosseto. Era una partita da vincere ed è stata vinta. Non importa come, anche se il gioco non è stato certo spumeggiante, ma i tre punti sono stati conquistati, anche se a fatica, meritatamente.

Risolve la partita un forte tiro dal limite di Lumbombo (Lu'Bomber) al suo primo gol in biancoblu.

Mercoledì sarà importante dare continuità e vincere la partita contro il Ghivizzano per arrivare a ridosso delle prime due.

Per ora godiamoci questa giornata, che è stata favorevole al Savona, per via dei risultati sugli altri campi.

Infatti c'è stata la sconfitta del Gavorrano ad Arma fi Taggia. Carletto Calabria con la sua Argentina, ha ottenuto 9 punti in tre partite importanti, rispettivamente  contro Sanremese, Savona e Gavorrano.

La Massese a Viareggio non è andata oltre lo 0-0  e pareggio pure per la Sanremese, che impatta 2-2 in trasferta contro il Ligorna.

Pure la Lavagnese pareggia e quindi il Savona avvicina tutte le compagini di testa di due punti ed il Gavorrano addirittura di tre punti.

Da oggi è possibile seguire i risultati in diretta, consultare la classifica delle squadre e dei marcatori della serie D, Girone E, cliccando nel menù in alto, accanto a "home".

Clicca qui per consultare risultati e classifica!
 

domenica 29 gennaio 2017

Argentina - Savona, gli Highlights


Argentina - Savona 1-0

Ben figurare è importante

Doveva essere la partita che ci avrebbe potuto consegnare il secondo posto in solitaria e promuoverci come l'anti Gavorrano, e invece no.

La sconfitta odierna è alquanto dolorosa, perché giunta a pochi minuti dal termine e per giunta con un gol dell'ex Costantini. Il Savona produce gioco ed azioni gol nel primo tempo, ma non concretizza, anche per merito del portiere avversario, il migliore in campo.

Traguardo in vista come da piano societario.
Forse non la si può nemmeno definire beffa, a questo Savona manca la mentalità nei momenti più importanti. È un buon Savona, ma che ha bisogno ancora un po' per maturare.

Ci vuole più freddezza, cinismo e lucidità, che però spesso sono ingredienti che vengono con l'esperienza e l'affiatamento. La squadra è stata quasi rifatta tutta quest'anno e si dovrebbe mantenere questo gruppo per la prossima stagione, innestando qualche giocatore esperto di categoria. Certo che se gli innesti necessari fossero stati fatti per tempo e con il mercato invernale, forse si avrebbe già un'altra situazione. Per ora pare tuttavia che il "Ben figurare" come obiettivo primario dalla società sia stato centrato in pieno.

Questo non basta ovviamente ai tifosi e quantunque Cavaliere si lamenti della scarsa presenza e della freddezza dei savonesi, in realtà non si comprende se fa lo "gnorri" o se non capisce. La delusione dei supporter per la retrocessione voluta è stata enorme.

Ci sono tanti tasselli che non vanno al loro posto. Non si crede più a questa società, proprio per la presenza ingombrante di Dellepiane, autore in primis del disastro societario: debiti non pagati, stipendi pagati in ritardo, penalizzazioni su penalizzazioni e altro ...

C'è bisogno di aprire un colloquio diretto con la tifoseria savonese, parlare chiaro e tondo e non fare finta di niente. Ma tutto questo discorso è il classico cane che si morde la coda ruotando in circolo senza venirne a capo di nulla.

O la società questo lo vuol capire, o fa finta di nulla ed allora si proseguirà con questo desolamento già annunciato da molto tempo. C'è bisogno di cambiare politica e qui mi fermo, poiché corro il rischio di ripetermi all'infinito.